m o t o w i n n e r s

 

Archivio Flash news

agosto 2003 (seconda parte - dal 16 al 31)


un po' di tutto su tutti i piloti e tutte le manifestazioni


 

31/08/2003 - SUPERMOTARD: GRANDE VERDEROSA IN GERMANIA - Splendida affermazione di Max Verderosa nella terza prova di europeo supermotard che si è svolta oggi sull’impianto permanente di Harsewinkel, nel nord della Germania. Il neocampione italiano sport ha saputo imporsi con determinazione in una garaVerderosa in testa alla gara combattutissima che ha visto protagonisti con lui lo svizzero Dani Muller e l’inglese Christian Iddon. Autore del miglior tempo nella Superpole Polini, Max Verderosa ha duellato in gara 1 con Muller. Negli ultimi giri si sono trovati entrambi con le gomme al limite, ma non hanno mollato e sono arrivati sul traguardo in volata: Muller qualche centimetro davanti a Verderosa. Nella seconda gara Max non ha voluto farsi cogliere di sorpresa ed è partito subito veloce mettendo tra se' e gli inseguitori un buon distacco che gli ha permesso di gestire al meglio la gara. Sul finire di questa seconda gara è riuscito ad aumentare nuovamente il ritmo costringendo l’inseguitore svizzero alla resa. Verderosa e Muller hanno terminato le due gare in parità, con un secondo ed un primo posto ciascuno, ma discriminante è stata la vittoria di Verderosa in gara 2 che (appunto in caso di parità) assegna per regolamento il successo. Ha stupito il diciottenne inglese Iddon, il quale ha preso il via sia nella 450 che nella 650 ed è riuscito a salire sul podio in entrambi i casi.
Rimanendo alla categoria 450 registriamo un ottimo quarto posto in gara 2 di Enzo Ermondi ottenuto dopo un lungo duello con Michele Lavetti, che ha chiuso quinto.
Meno fortuna per i colori italiani nella 650: Emanuele Giovanelli, rientrato dopo la sospensione della licenza, è caduto durante il warm-up della mattina a causa di un entrata dura di un altro pilota ed ha riportato una brutta botta alla schiena con un probabile schiacciamento di una vertebra; un problema non grave, ma che costringerà il pilota del team Lux a qualche settimana di forzato riposo. E’ uscito di gara ben presto anche Marco Belli che ha subito anch’egli un’entrata pesante di un avversario all’incirca nello stesso punto del circuito dove è caduto Giovanelli ed anche lui è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici.
Problemi di motore, invece, per Mauro Moretto che si è ritirato in gara 1; poi, riparata la moto, è ripartito nella gara successiva ma ha chiuso in posizione arretrata.
Era in gara nella 450 e nella 650 il pilota del team Accadueo Simone Girolami, che però ha preferito concentrarsi nella cilindrata minore dove ha ottenuto un settimo ed un ottavo posto. Nella 650 è arrivato diciannovesimo in gara 1, ma non ha preso il via in gara 2.
La gara della 650 è stata vinta dal tedesco Berndt Hiemer, autore di un bel duello con Iddon in gara 2. Il vincitore di gara 1, lo svizzero Marcel Gotz, è caduto nella frazione successiva e, pur rialzatosi prontamente, non è riuscito a concludere oltre il quinto posto.

N.B. I RISULTATI COMPLETI IN "SPAZIO CLASSIFICHE"

 


 

31/08/2003 - ENDURO: TAPPA PER ALBERGONI, TITOLO A BAZZURRI - Bella prestazione di Simone Albergoni ieri nella prima giornata della penultima prova degli Assoluti d’Italia di enduro, di scena a Piediluco (Terni). L’emergente pilota 22enne di Spirano, alfiere del Team Ktm-Farioli e delle Fiamme Oro, è tornato al successo nella classe 125 riuscendo a battere - proprio nella tana del lupo - il suo grande rivale Roberto Bazzurri, perugino della Husqvarna, mentre in terza posizione si è classificato il toscano Alessio Paoli. Grazie al vantaggio accumulato nelle gare precedenti, Bazzurri ha comunque conquistato il titolo confermandosi il numero uno della minima cilindrata.
Albergoni ha anche fatto segnare la seconda migliore prestazione cronometrica assoluta, preceduto solo dallo schiacciassi australiano Stefan Merriman (Honda), ancora velocissimo nonostante il titolo già assicurato aritmeticamente nella gara precedente. 
Nel braccio di ferro fra il fuoriclasse orobico Fabio Farioli (Ktm-Fiamme Oro) e lo spezzino Franco Rossi, duello per la conquista del titolo tricolore della massima cilindrata, la 500 4 tempi, ha invece stavolta avuto la meglio il pilota ligure. Ancora una volta è così cambiato il leader provvisorio, adesso con due punti in più è ritornato davanti Rossi. In quinta posizione si è classificato Arnaldo Nicoli.
Secondo posto, nella classe 250 4 tempi, pure per l’altro grande conduttore bergamasco Giovanni Sala (Ktm Farioli-Mc Lumezzane). A precederlo è stato il genovese Giuseppe Gallino (Yamaha), al terzo posto ha concluso la corsa il promettente friulano Micheluz. Con questa vittoria anche Gallino ha conquistato in anticipo lo scudetto tricolore. Sala è stato tagliato fuori dalla corsa al titolo dal doppio ritiro patito nella prima prova in Sicilia.
Nella classe 250 2 tempi ha primeggiato il cuneese Jarno Boano che ha saputo tenere testa al bresciano Fausto Scovolo ed al bravo azzurrino toscano Beconi. Quarto il leader Stefano Passeri, di Iseo, cui basta amministrare la situazione per conquistare il suo ennesimo scudetto. Quinto Giovanni Gritti e sesto Andrea Belotti.
Successo bresciano nella classe 450 4 tempi, grazie ad Alessandro Botturi, come Albergoni esponente del Team Ktm-Farioli. Si è messo dietro Zanni e Rinaldi.
Oggi seconda tappa della competizione, in programma nuovamente tre giri e otto prove speciali.

 


 

31/08/2003 - VELOCITA': ROMBONI CONQUISTA LA POLE AL MUGELLO - Fabrizio Lai (Malaguti - Engineseng) ha ottenuto il miglior crono nella classe 125 G.P. al termine delle prove ufficiali del quarto appuntamento del campionato Italiano di Velocità. Il milanese ha realizzato 2’00.821 e ha preceduto il compagno di squadra Alessio Aldrovandi (2’02.046) e Michele Danese (Aprilia - Team Gabrielli) 2’02.438.
Con una grande prestazione nel secondo turno di prove ufficiali, l’attuale capoclassifica della 600 Super Sport Alessio Corradi (Yamaha – Italia Five Racing), ha stabilito con 1’59.076 il miglior tempo e ha preceduto il fiorentino Gianluca Nannelli (Yamaha – Team Lorenzini) 1’59147; terzo Ivan Goi (Yamaha – Tienne Racing) 1’59.353 che ha ottenuto la migliore prestazione stagionale in prova.
Nella classe Superstock, ancora una pole del cesenate Lorenzo Lanzi (Ducati – Rox Pisa), che con 1’58.827 ha messo in fila Ilario Dionisi (Suzuki – Celani Team) 1’59.463 e il campione in carica Alessandro Valia (Ducati – Rox Pisa) 1’59.531, quarto lo spagnolo Enrique Rocamora (Ducati - DFX Pirelli) che partecipa come wild card.
Un sorprendente Doriano Romboni (Ducati – Giesse Racing) partirà in pole nella classe Superbike, il ligure con il tempo di 1’56.134 ha preceduto il campione 2002 Lucio Pedercini (Ducati – Team Pedercini) 1’56.270 e Marco Borciani (Ducati – DFX Pirelli) 1’56.754, settimo con un ritardo di oltre un secondo il capoclassifica Mauro Sanchini (Kawasaki – Team Bertocchi). 

Purtroppo, la giornata di prove ufficiali, è stata funestata da un grave incidente che ha coinvolto il romagnolo Roberto Tani, caduto durante le qualifiche della classe 125 G.P. Attualmente lo sfortunato pilota è ricoverato presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Careggi in prognosi riservata.
Il programma odierno si aprirà con le warm up riservati al C.I.V. (dalle 8.55 alle 9.55), le 7 gare: Ducati Cup Monster 620 S ore 10.30, Ducati Cup 749 S ore 11.10, R6 CUP Yamaha – Argento ore 11.50, R6 CUP Yamaha – Oro ore 12.30. Le gare del C.I.V. tutte nel pomeriggio, aprirà la 125 G.P. ore 14.00, 600 SS ore 14.45, Superstock ore 15.30, Superbike ore 16.15. Premiazioni di tutte le gare del C.I.V. alle 16.45.

 


 

31/08/2003 - TRIAL: SPAGNOLI IN CATTEDRA NELL'INDOOR DI AREZZO - Nello stadio municipale di Arezzo, alla presenza di più di duemila persone, si è disputata venerdì sera la quinta prova di Campionato Italiano di Trial Indoor.
Tre le presenze straniere, tutte di spicco, e tutte spagnole, Joan Pons, Tony Bou, e Jeroni Fajardo, mentre a difendere i colori italiani c'erano Diego Bosis, Valerio Bauce, Michele Orizio, e i due contendenti per il titolo finale, Daniele Maurino e Fabio Lenzi.
La lotta praticamente non c’è stata poichè Maurino ha rovinato la stagione, con un giro da dimenticare, zeppo di errori, che non gli ha permesso di accedere alla finale a quattro.
Bene invece Lenzi , in finale in compagnia di tutti gli iberici, i quali hanno entusiasmato il pubblico con numeri di alta scuola.  
Sezioni affrontate al contrario, con un sensibile aumento delle difficoltà, che comunque non impensierivano l’astro nascente del trial mondiale Tony Bou e neanche la sua nuova Beta in versione 2004. Giungeva con un punto di vantaggio al parallelo, e perdendolo dava al suo “maestro” Pons la possibilità di pareggiare.
Zona due a fare di discriminante, e la velocità di esecuzione l’arma vincente; infatti con circa due secondi di vantaggio il giovane spagnolo conquistava la vittoria, relegando sul secondo gradino del podio il plurititolato collega.
Prossimo appuntamento a Ponzone, in Piemonte, e poi la prova conclusiva che si svolgerà nel piazzale antistante i padiglioni ospitanti il Salone del Motociclo di Milano, il 19 settembre.
CLASSIFICHE - PRIMO GIRO - Tony Bou Beta 0 ; Jeroni Fajardo Gas Gas 0 ; Fabio Lenzi Gas Gas 2 ; Joan Pons Sherco 5 ; Michele Orizio Beta 8 ; Diego Bosis Montesa 12 ; Daniele Maurino Gas Gas 16 ; Valerio Bauce Gas Gas 22
FINALE - Tony Bou Beta 6 (10,20 sec.) ; Joan Pons Sherco 6 (12,10 sec.) ; Fabio Lenzi Gas Gas 7 ; Jeroni Fajardo Gas Gas 11.

 


 

30/08/2003 - TRIAL: MARTEDI' SERA IL 5° INDOOR DI CARVICO - E’ prevista la partecipazione anche della campionessa del mondo di trial Laia Sanz, la più forte esponente femminile della specialità, alla competizione indoor in programma la sera di martedì Laia Sanz prossimo 2 settembre a Carvico. La manifestazione, ormai una classica estiva, è  ospitata sul piazzale della Chiesa, è giunta alla quinta edizione, mette in palio il Trofeo Città di Carvico, è orchestrata dal Moto Club Monza e dallo Small Trial Team di Solza. 
Due i piloti bergamaschi tra i protagonisti, il campionissimo Diego Bosis (senior expert) ed il conduttore locale Alessandro Chiappa, della categoria master, che si occuperà anche della preparazione degli ostacoli artificiali che determineranno la selezione.
Altri concorrenti Valerio Bauce, Marino Capitanio e Emanuel Angius. Inizio alle 21, ingresso libero, nell’intervallo esibizione di bicitrial.

 


 

30/08/2003 - VELOCITA': LANZI E BORCIANI NELLE PRIME PROVE AL MUGELLO - Sul circuito internazionale del Mugello si sono svolte ieri le prime prove cronometrate, avversate dal vento, del quarto appuntamento del Campionato Italiano Velocità - C.I.V. 2003 che si correrà domani.
Nella classe 125 G.P. Alessio Aldrovandi (Malaguti – Engineseng) ha ottenuto il miglior crono con 2’02.252 precedendo Mattia Pasini (Aprilia – Goldracing) 2’03.718 e il campione in carica Fabrizio Lai (Malaguti – Engineseng) 2’03.886.
Nella Superstock, ancora una volta Lorenzo Lanzi (Ducati - Team ROX Pisa) ha imposto la sua legge con 1’59.800, regolando Ilario Dionisi (Suzuki – Celani Team) 2’00.316 e Alessio Velini (Yamaha – Team Italia Lorenzini) 2’00.708.
Antonio Carlacci (Yamaha – Start Team) è risultato il migliore nella 600 Super Sport con il tempo di 1’59.442 dopo il laziale seguono Maurizio Pratichizzo (Honda – Speedy Bike) 1’59.974 e Gianluca Nannelli (Yamaha – Team Italia Lorenzini) 1’59.991.
Infine nella Superbike, Mauro Borciani (Ducati – DFX Pirelli) con 1’57.647 ha messo in fila il campione italiano 2002 Lucio Pedercini (Ducati - Team Pedercini) 1’57.969 e Doriano Romboni (Ducati – Giesse Racing) 1’58.128. 
Oggi (sabato 30) prove ufficiali per la determinazione delle griglie di partenza con inizio alle ore 9.00 e termine alle 17.45; domenica 31 agosto, dopo i warm up riservati al C.I.V. (dalle 8.55 alle 9.55), le 7 gare: Ducati Cup Monster 620 S ore 10.30, Ducati Cup 749 S ore 11.10, R6 CUP Yamaha – Argento ore 11.50, R6 CUP Yamaha – Oro ore 12.30, 125 GP ore 14.00, 600 SS ore 14.45, Superstock ore 15.30, Superbike ore 16.15. Premiazioni di tutte le gare del C.I.V. alle 16.45.
Domenica alle ore 11.00 presso la Sala Stampa dell’Autodromo del Mugello verrà ufficialmente presentata la cerimonia di premiazione del C.I.V. 2003 che si terrà a San Remo il 12 novembre prossimo. 

 


 

30/08/2003 - SUPERMOTARD: PER L'EUROPEO TAPPA IN TERRA TEDESCA - Il Campionato Europeo Maxxis Supermoto continua il suo cammino. Oggi e domani i suoi pritagonisti saranno in Germania al Emstalstadion di Harsewinkel. Uno scenario nuovo e importante. 
La pista è ricavata all’interno dello stadio abituale sede delle gare di Mondiale Long Track di speedway. Il tracciato di gara sfrutterà una pista Kart ricavata all’interno dell’ovale di sabbia. Gli spettatori avranno la possibilità di assistere alle gare dalle comode tribune dello stadio con vista su tutta la pista.
Il week end sarà molto denso di avvenimenti, includendo una gara internazionale di quad, uno show di Freestyle e un concerto rock il sabato sera.
Inoltre la domenica mattina a mezzogiorno è prevista un’ora dedicata all’incontro dei piloti con il pubblico e gli appassionati. 
L’ Emstalstadion di Harsewinkel si trova 150 km a nord-est di Dusseldorf e a 140 km a sud-est di Hannover.

 


 

29/08/2003 - TRIAL: TRICOLORI AD AREZZO (INDOOR) E A BETTOLA - Dopo la pausa estiva il campionato Italiano di trial riprenderà domenica prossima, 31 agosto, da Bettola, in provincia di Piacenza. In precedenza, stasera, presso lo stadio comunale di Arezzo si terrà la quinta prova indoor, con la partecipazione di tre piloti spagnoli di valore mondiale, come il campione europeo in carica, Jeroni Fajardo, il vincitore della passata edizione della Scottish six days trial, Joan Pons, e la rivelazione mondiale ed europea di quest’anno Tony Bou, a sostenere rispettivamente tre case motociclistiche la Gas Gas, la Sherco e la Beta. Ovviamente a disputarsi il campionato nazionale, e non solo la vittoria, anche tutti i nostri big della senior expert, con Fabio Lenzi, provvisorio leader, che dovrà difendersi dagli attacchi del giovane compagno di squadra, Daniele Maurino. Della partita saranno sicuramente anche Michele Orizio, Valerio Bauce, Diego Bosis, mentre il campione italiano Dario Re delle Gandine, sta valutando il suo rientro in una competizione indoor, dopo l’infortunio patito a Paruzzaro, che gli è costato un mese di forzato riposo. Tutti presenti sicuramente per la gara outdoor di Bettola, dove potrebbe già essere proclamato il campione Italiano 2003. La lotta è molto serrata tra Delle Gandine e Lenzi, e una piccola svista da parte di Dario potrebbe consegnare su di un piatto d’argento il campionato nelle mani di Fabio, che già da parecchi anni lotta per la conquista dell’ambito titolo. A beneficio del pubblico i tre assi spagnoli, che animeranno la prova indoor di venerdì, saranno presenti anche a questa competizione naturale. 

 


 

29/08/2003 - TRIAL: IN VALMALENCO L'EPILOGO DELL'EUROPEO - Il 20 e 21 settembre prossimo il Moto Club Lazzate rinnoverà il suo prestigioso appuntamento con il trial di altissimo livello in Valmalenco (Sondrio). Un appuntamento diventato ormai una tradizione per il sodalizio di Lazzate che da anni organizza nei comuni di Chiesa, Lanzada, Caspoggio e Torre di Santa Maria indimenticabili competizioni trialistiche.
Tra queste spiccano il Trial delle Nazioni (Mondiale a squadre) del 1998, ed il Gran Premio d’Italia del Campionato del Mondo individuale svoltosi nel 2002. Entrambe le gare hanno riscontrato una affluenza da record: nel "Nazioni" del 1998 si sono contati oltre dodicimila spettatori; oltre quattordicimila nel mondiale individuale dello scorso anno.
Per quest’anno il Moto Club Lazzate ha pensato ai giovani: ritorna infatti in Valmalenco con il Campionato Europeo Trial.
Quella che si svolgerà il 21 settembre sarà la quinta ed ultima prova continentale 2003; alla gara hanno già aderito piloti provenienti da 17 nazioni europee; a questi piloti si aggiungono gli statunitensi e gli australiani, iscritti nella categoria internazionale. 
L’europeo del 21 settembre prossimo sarà quindi un grande evento internazionale da non perdere. La gara sarà anticipata il sabato dalla terza ed ultima prova della neonata Coppa Giovani UEM. La Coppa Giovani è stata creata proprio quest’anno dalla Union Européenne de Motocyclisme per avvicinare i più giovani alle competizioni internazionali. Possono infatti partecipare alla Coppa i piloti di età compresa tra i 14 ed i 18 anni. Il percorso di gara sarà più breve di quello riservato ai piloti europei.

 


 

29/08/2003 - MOTOCROSS: EVERTS FA COLLEZIONE DI RECORD - Con la quinta doppietta in 125cc e MotoGP realizzata a Gaildorf lo scorso fine settimana Stefan Everts ha conquistato il 13° successo stagionale ed ha portato allo straordinario numero di 67 le sue affermazioni iridate. Di questo passo, con ancora due Gran premi da disputare, Everts con lo sponsor Franco Acerbispotrebbe abbattere il muro delle 70 affermazioni, un record eccezionale se si pensa che il grande Joel Robert, il numero due di questa graduatoria, si è fermato a 50.

Il fuoriclasse belga della Yamaha-Team Cerbis è inoltre vicinissimo al settimo titolo mondiale, un altro record assoluto. Queste le sue affermazioni a proposito del suo trionfo in Germania prima di dirigersi verso Loket, in Repubblica Ceca, già teatro del suo successo iridato del 2002 nella classe 500cc. "Subito dopo la partenza nella classe 125cc la vittoria era quasi assicurata - ha detto - perché correre da solo davanti è effettivamente più facile. Ho dovuto spingere un po’ di più quando Townley si è portato al secondo posto ed ha cominciato ad accelerare, ma non è mai stato un vero pericolo. Joel Smets aveva vinto su questa pista (Gaildorf) nelle ultime due occasioni quindi, dopo la mia seconda partenza della giornata, quella in MXGP, ho visto che era ancora impegnato a passare Brian Jörgensen per il secondo posto, ho spinto al massimo per 15 minuti, per cercare di allungare. Volevo batterlo psicologicamente e penso che la strategia abbia funzionato perché ha commesso un errore. Con 15 punti di vantaggio su di lui, e con Pichon fuori, penso di potermi rilassare nelle ultime due gare". 

 


 

28/08/2003 - VELOCITA': AL MUGELLO PENULTIMO ASSALTO AI TRICOLORI - Nel breve volgere di due intensissime settimane si assegneranno i titoli italiani di motociclismo velocità: la 4.a e la 5.a prova del C.I.V. 2003 si disputeranno, infatti, rispettivamente il 31 agosto al Mugello ed il 14 settembre a Vallelunga e bisognerà probabilmente attendere l’ultima bandiera a scacchi per conoscere i nomi dei piloti che indosseranno il casco tricolore. In tutte e quattro le classi (125 Gran Prix, 600 Super Sport, Superstock e Superbike) non solo domina un sostanziale equilibrio ma, come ha ormai insegnato la storia del C.I.V., colpi di scena e risultati a sorpresa rendono ancor più incerta la situazione.
Intanto fervono i preparativi in vista del secondo appuntamento stagionale del C.I.V. al Mugello, considerato uno dei circuiti più belli ed impegnativi del mondo. Consueto “pienone” di piloti con circa 250 concorrenti iscritti nelle quattro classi dell’italiano e nei trofei monomarca Yamaha R6 e Ducati 749S e Monster 620S. Sono state già definite le Wild Card e le Start List sono praticamente al completo, con alcuni concorrenti in lista d’attesa, pronti a subentrare in caso di defezioni. 
Tra le Wild Card da segnalare il ritorno in pista di Gabriele Debbia, ex-pilota del Team Italia e conduttore di livello mondiale, ora team manager del Racing Service, scuderia impegnata nel motomondiale 125 con l’ungherese Lenart e l’inglese Camier; il modenese userà una Honda 125 gommata Bridgestone. Sempre nella ottavo di litro Wild Card anche per la giovane finlandese Heta Lauslehto, ormai una simpatica presenza quasi abituale nel C.I.V., e per l’esperto romagnolo Roberto Tani, abituale protagonista del monomarca Honda. Nella 600 SS la Start List è al completo con la conferma del romano Fabrizio De Marco (già in squadra nel Team Italia Five Racing dalla 3.a prova di Misano) e l’inserimento del siciliano Antonino Mancuso, entrato nel Team Lightspeed. Gradito ritorno di un pilota estero anche nella Superstock, che vedrà al via lo spagnolo Enrique Rocamora (Ducati) mentre nella Superbike si conferma la presenza di Doriano Romboni (Ducati – Giesse Racing), alla terza gara (tutte nel C.I.V.) dopo tre anni di assenza dalle piste e capace di salire sul podio già all’esordio proprio al Mugello.
Nella 125 GP il capoclassifica è sempre il pesarese Mattia Angeloni (Honda – Team Leardini, 65 p.) che deve però guardarsi le spalle dal rimontante Fabrizio Lai (Malaguti – Engineseng, 61 p.), dominatore della gara di Misano. Più distanziati gli altri ma al Mugello bisognerà tenere in considerazione anche la voglia di riscatto di Michele Conti (Honda – BNT Racing), vincitore della 2.a prova sulla pista toscana, e dei due piloti della R.C.G.M., Michele Pirro e Andrea Zappa, tutti rimasti a secco a Misano. Da sottolineare in questa classe il successo ottenuto il 10 agosto, nella gara di campionato europeo di Anderstorp (Svezia), dal giovane riccionese Mattia Pasini (Aprilia – Goldracing), attuale leader del Memorial Paso, riservato al pilota rivelazione del C.I.V. 2003. 
Decisamente è la 600 SS la classe che sembra aver trovato un protagonista assoluto nel parmense Alessio Corradi (Yamaha – Italia Five Racing, p. 70); l’ex-campione continentale baderà sicuramente alla classifica tenendo anche conto del notevole vantaggio che ha sugli inseguitori Maurizio Prattichizzo (Honda – Speedy Bike, p. 39) e Gianluca Nannelli (Yamaha – Team Lorenzini p. 38).
Il ritiro ad un giro dal termine di Lorenzo Lanzi, che anche a Misano stava dominando la Superstock con la Ducati del Team Rox, ha riaperto questo campionato che sembrava invece deciso nel segno del cesenate. Il nuovo capoclassifica è il romano Ilario Dionisi (Suzuki – Team Celani, p. 56) e Lanzi (che è rimasto a quota 50) è stato sopravanzato anche dal compagno di team Alessandro Valia, campione in carica e vincitore al Santamonica. Il gioco degli scarti non taglia comunque fuori il romagnolo decisissimo a prendersi subito una rivincita sulla sfortuna.
Infine una quanto mai equilibrata Superbike con il pesarese Mauro Sanchini (Kawasaki – Team Bertocchi, p. 63) in vetta alla graduatoria davanti al regolare bresciano Mauro Borciani (Ducati – DFX Pirelli, p. 56). Più distanziato il terzo, Vittorio Iannuzzo (Suzuki – Alstare, p. 38), caricatissimo però dal bel successo di Misano mentre è solo 8° il campione italiano 2001 e 2002 Lucio Pedercini (Ducati – Team Pedercini, p. 20), quest’anno decisamente in credito con la buona sorte.

 


 

28/08/2003 - ENDURO: DOPPIA SFIDA PER GLI ASSOLUTI A PIEDILUCO - Chiusa la pausa estiva l'enduro italiano torna in pista nella zona di Terni. Sabato 30 e domenica 31 agosto a Piediluco, presso il Centro Remiero d'Aloja, sono infatti in programma la settima e ottava prova degli Assoluti d'Italia e del Campionato italiano senior, l'organizzazione è del Motoclub Racing Terni. Il weekend agonistico comincerà il venerdì con le verifiche tecniche, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. La gara vera e propria, invece, prenderà il via sabato e domenica mattina alle 9,00 dal Centro D'Aloja di Piediluco. Sessanta circa i chilometri del percorso, da ripetere tre volte, con tre prove speciali, sia il sabato che la domenica: la prima sarà un fettucciato (cross-test) lungo 4 km., la seconda è un altro fettucciato leggermente più corto del precedente, 3,5 km, la terza una prova in linea (enduro) da 5 km. A fine gara saranno quindi percorsi circa 180 chilometri con un totale di nove prove speciali, sia il sabato che la domenica.
Grande favorito della gara è ancora una volta l'australiano Stefan Merriman, dominatore della classifica generale e vincitore della classifica assoluta in tutte e sei le prove sin qui disputate (titolo conquistato in anticipo a luglio a Ponte Nizza). Per quello che riguarda le varie classi degli Assoluti riservate agli italiani, i giochi sembrano quasi fatti per Roberto Bazzurri nella 125 2T, che conduce con 49 punti di vantaggio su Alessio Paoli, per Stefano Passeri nella 250 2T, leader su Jarno Boano staccato di 41 punti, e per Giuseppe Gallino nella 250 4T, grazie al vantaggio di 51 punti su Giorgio Grasso. A meno di clamorose sorprese i tre dovrebbero aggiudicarsi il titolo nel prossimo fine settimana, quando manca solo la gara di Abetone, il 21 settembre, per chiudere il campionato. Ancora molto aperte, invece, le classi 450 4T e soprattutto la 500 4T, dove troviamo rispettivamente al primo posto Alessandro Botturi con un vantaggio di 28 punti su Alex Zanni e la bella sfida fra Fabio Farioli e Franco Rossi, staccati di soli 3 punti.
Per quello che riguarda i senior, Luca Quaglia, leader della classifica assoluta, avrà un temuto rivale in Simone Tonelli, vittorioso nella quinta e sesta prova. 

 


 

28/08/2003 - VELOCITA': FERNANDO BELLINI CONQUISTA LA TORDI CUP - Primo importante successo per uno degli esponenti delle squadre corse costituitesi ad inizio stagione in seno al Moto Club Bergamo. Con una condotta molto accorta e redditizia, Fernando Bellini ha infatti conquistato, piazzandosi al quarto posto nella terza conclusiva prova disputata a Misano Adriatico, la Tordi Cup, uno dei trofei nazionali che coinvolgono un numero sempre elevato e qualificato di partecipanti.Fernando Bellini
Bellini, 37 anni, di Foresto Sparso, autista, punta del Team Pinto, è prevalso nella classe 250 Sp su Aprilia mettendo sul piatto della bilancia i risultati accumulati nell’arco delle tre gare. "In verità nella prima competizione, disputata pure a Misano Adriatico" riassume il pilota della Val Calepio "mi sono dovuto ritirare dopo una scivolata, ma in questo Trofeo contano e producono punti anche le prove ed in quell’occasione avevo ottenuto il secondo miglior tempo. Poi ho dato il massimo nella seconda corsa di Rijeka, in Croazia, dove ha fatto registrare la pole ed ho vinto. Logico che, col vantaggio così accumulato, abbia deciso nella terza decisiva tappa di amministrare la situazione. Ho così ottenuto il quarto tempo in prova e la quarta posizione in gara". 
"Durante la corsa ho tenuto d’occhio Bergamaschini, il mio primo rivale" prosegue Bellini "che ha concluso al secondo posto. Se fosse passato in testa avrei dovuto portarmi almeno in terza posizione. Così non è stato e non sono andato a cercarmi guai. In diverse altre gare quest’anno sono stato buttato fuori pista da altri piloti ed ho imparato quanto può essere importante riuscire ad arrivare sul traguardo".
Alla fine la vittoria è maturata con 96 punti contro i 90 di Bergamaschini mentre in terza posizione ha concluso il torneo Manfè, sesto nell’ultima sfida, a quota 73.
"Ho iniziato a correre, un po’ per gioco, con un gruppo di amici, nel 2000" ricorda Bellini "e l’anno passato sono arrivati i primi importanti risultati. Ho vinto a Rijeka, ho stabilito il miglior tempo in una gara al Mugello, mi sono classificato al quinto posto finale nel Trofeo Esso. Questo torneo era nel mirino anche quest’anno ma troppi inconvenienti mi hanno tagliato fuori dalla lotta per le prime posizioni. Per quest’anno mi restano ancora un paio di gare, vedrò di fare ancora bene ma il bilancio stagionale sarà comunque più che soddisfacente". 
Sempre a Misano il pilota e team manager della squadra orobica, Claudio Pinto, ha ottenuto l’ottavo posto in gara e la quarta piazza nel Trofeo.

 


 

27/08/2003 - SUPERBIKE: LA DUCATI A SEGNO NEL CAMPIONATO INGLESE - Il pilota del team Ducati MonsterMob Shane ‘Shakey’ Byrne ha conquistato il suo primo titolo della Superbike nazionale inglese con una fantastica vittoria riportata nella prima gara della prova ospitata a Cadwell Park, nel Lincolnshire. Il fresco campione nazionale è poi salito sul podio anche al termine della seconda manche, davanti a un pubblico record di 36.250 spettatori. 
In gara 1, il ventiseienne campione ha resistito agli attacchi di John Reynolds su Suzuki diventando così il primo pilota britannico della storia motociclistica recente a conquistare il titolo con due gare d’anticipo. Byrne ha guidato la corsa dall’inizio alla fine, e nonostante l’intervento della safety car in pista che aveva consentito a Reynolds di avvicinarsi, Byrne è riuscito a vincere la gara regalando così il secondo titolo consecutivo nel Campionato nazionale britannico al Team Ducati MonsterMob di Paul Bird.
In gara 2, Byrne ha tagliato il traguardo dopo John Reynolds su Suzuki e il vincitore della gara Steve Plater su Honda, festeggiando così il suo 17° podio di stagione ma anche, ironia della sorte, il suo primo terzo piazzamento dell’anno. Shakey, partito male, è poi riuscito a chiudere il gap che lo separava dai primi, conquistando il terzo posto al termine della gara da 18 giri. 
Il campionato farà tappa a Brands Hatch fra tre settimane (il 13 e 14 settembre) per la penultima gara.

 


 

26/08/2003 - ENDURO: FRANCO GUALDI NOMINATO CAVALIERE - Franco Gualdi è stato nominato Cavaliere della Repubblica. Il direttore tecnico del gruppo sportivo motociclistico delle Fiamme Oro e commissario tecnico della Nazionale italiana di enduro, con decreto in data 2 giugno scorso, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 26Franco Gualdi luglio, ha ricevuto l'onorificenza dell'ordine al merito della Repubblica Italiana. Il conferimento, su indicazione del Ministero degli Interni, premia sia i meriti sportivi di Gualdi sia che quelli professionali, soprattutto legati alla Nazionale, emersi dopo 28 anni di anzianità nel corpo della Polizia di Stato. Da pilota Franco Gualdi ha conquistato nella sua straordinaria carriera, iniziata nel 1971, sei campionati italiani e due europei ('78 e '79) cui vanno aggiunte le quindici partecipazioni alla Sei Giorni con due vittorie di classe ('77 e '86) e tre di Trofeo ('79, '81 e '89), cinque primi posti alla Valli Bergamasche e due partecipazioni alla Parigi-Dakar ('87 e '88, nel secondo caso classificandosi sesto assoluto). Dal 1990 è diventato direttore tecnico delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo motociclistico della Polizia di Stato, e commissario tecnico della Nazionale italiana di enduro. In quest'ultimo ruolo ha conquistato altri cinque titoli alla Sei Giorni, il campionato mondiale a squadre ('92, '94, '95, '97 e 2000).

 


 

 26/08/2003 - MOTOCROSS: CHIODI DUE VOLTE 7° IN 15 GIORNI - Continua positiva per il bresciano Alessio 'Chicco' Chiodi la rincorsa alla miglior condizione fisica: il campione di Gavardo ha conquistato in Germania un altro positivo settimo posto nella decima prova del Mondiale di motocross. Come due settimane or sono in Olanda il pluricampione bresciano ha saputo condurre la sua Yamaha 250 a 4 tempi ai massimi vertici della 125, dimostrando ancora una volta che di saper passare dalla ostica sabbia olandese ai terreni duri del crossodromo tedesco di Gaildorf.
"Al via sono stato molto veloce - ha detto Chiodi al termine della gara - e sono arrivato alla prima curva con i primi, trovandomi poi in uscita del primo tornante in seconda posizione alle spalle di Everts. Stefan (Everts, ndr) ha subito preso un certo margine, mentre Ramon (Steve Ramon è il pilota belga che guida il Mondiale della 125, ndr) spingeva alle mie spalle: per cinque giri l'ho tenuto dietro, poi nel sesto passaggio mi ha passato e io mi sono messo alle sue spalle visto che mi ero reso conto di poter tenere un buon ritmo e mantenere la terza posizione. Nel corso dell'ottavo giro - è ancora Chiodi che racconta - ho commesso un errore nella parte alta del tracciato e sono scivolato: mi ha passato un gruppetto di piloti ma soprattutto ho perso la concentrazione dei primi giri e ho quindi concluso settimo.". Sul traguardo Everts ha concluso davanti a Ramon e a Townley; settimo Chicco Chiodi . Solo ventinovesimo il camuno Davide Guarneri in gara con una Ktm.
Sempre a Gaildorf nella classe MxGP (la 'vecchia' 250) la vittoria è andata ancora a Stefan Everts che ha così fatto un'altra fantastica doppietta mentre tra le grosse 650 è emerso nuovamente il belga Joel Smets che in questo campionato ha vinto nove delle dieci prove sin qui disputate.

 


 

25/08/2003 - TRIAL: TRE GIORNI A FREIXA CHE BATTE BILBAO E BOSIS - Con la collaborazione dei comuni di Grosio, Grosotto, Valdisotto, Mazzo e Sondalo, che hanno messo a disposizione degli oltre 250 concorrenti il proprio territorio, è giunta felicemente in porto la quarta edizione della "Tre Giorni della Valtellina", classica internazionale estiva di trial.
I piloti spagnoli impegnati nella manifestazione, che avevano dominato nelle prime due giornate di gare, non si sono smentiti neanche nella tappa conclusiva, e Marc Freixa (Montesa HRC) si è confermato vincitore anche di questa edizione, con un totale di 14 penalità. Per il catalano è la terza affermazione consecutiva nella gara lombarda.
Il podio finale è stato completato dal compagno di squadra Amos Bilbao (Montesa HRC) con 21 errori, e dal bergamasco Diego Bosis (Montesa HM) che sommava 31 penalità.
Le 25 sezioni disseminate su di un giro di circa 60 Km. hanno divertito tutti i partecipanti, anche chi ha corso da semplice appassionato, animando la categoria Mountain Trial.
Una ricca premiazione presso il centro polifunzionale " Pentagono" ha chiuso la riuscita manifestazione.
LA CLASSIFICA FINALE - 1° Marc Freixa Montesa 14; 2° Amos Bilbao Montesa 20; 3° Diego Bosis Montesa 31; 4° Michele Pradelli Beta 41; 5° Andrea Fistolera Montesa 51; 6° Matteo Grattarola Sherco 61; 7° Andrea Petrella Sherco 64; 8° Giovanni Pizzini Sherco 78; 9° Marino Capitanio Gas Gas 88 (29/0); 10° Stefano Donchi Sherco 88 (28/0).

 


 

25/08/2003 - MOTOCROSS: PICHON KO, PER EVERTS QUINTA DOPPIETTA - Con il Gran il Gran Premio di Germania la MXGP del mondiale cross ha subito una drastica quanto inaspettata svolta con l'infortunio del campione mondiale 2002 Mickael Pichon che ha fatto uscire di scena uno dei più seri contendenti al titolo e che ha coinciso con l'ennesima prova di forza del leader Stefan Everts. 
Anche sul veloce ed insidioso terreno teutonico l'ufficiale Yamaha si è infatti dimostrato imbattibile con una continuità che ha dell'incredibile. Come nei quattro precedenti appuntamenti il sei volte iridato si è imposto con estrema facilità prima nella 125, la cui vittoria gli ha permesso di scalare la classifica di campionato sino al terzo posto, e poi nella classe regina dove ha portato a 15 i punti i che lo separano dal connazionale Joel Smets. 
Lo stesso Smets, al traguardo della Motocross Gp in terza posizione (dopo Everts e Jorgensen), ha conquistato l'ennesima affermazione nella 650 mettendosi dietro Garcia Vico. Tra gli italiani Federici e Bartolini quarti, Dini quinto e Chiodi settimo.
L'11ª prova iridata si correrà il 31 agosto a Locket (Repubblica Ceca).
Classifica Motocross GP - 1. Everts (Yamaha); 2. Jorgensen (Honda); 3. Smets (KTM); 4. Federici (Yamaha); 5. Bervoets (Yamaha).
Campionato Motocross GP dopo la 10ª prova - 1. Everts p. 225; 2. Smets p. 210; 3. Pichon p. 188; 4. Jorgensen p. 134; 5. Gundersen p. 124.
Classifica 650 - 1. Smets (KTM); 2. Garcia Vico (KTM); 3. Eckenbach (KTM); 4. Kadlecek (Yamaha); 5. Dini (Honda).
Campionato 650 dopo la 10ª prova - 1. Smets p. 245; 2. Garcia Vico p. 216; 3. Melotte (Honda) p. 165; 4. Theybers p. 120; 5. Kadlecek p. 110.
Classifica 125 - 1. Everts (Yamaha); 2. Ramon (KTM); 3. Townley (KTM); 4. Bartolini (Yamaha); 5. Maschio (Kawasaki). 
Campionato 125 dopo la 10ª prova - 1. Ramon p. 204; 2. Bartolini p. 177; 3. Everts p. 168; 4. Maschio p. 168; 5. De Reuver (KTM) p. 136.

 


 

24/08/2003 - TRIAL: PODIO INVARIATO ALLA TRE GIORNI IN VALTELLINA - Podio invariato al termine del secondo giorno di gara della quarta Tre giorni della Valtellina, che ha proposto un percorso più lungo di venerdì, circa 90 km, e 30 zone controllate a fare da discriminante.
Interessati al trasferimento i comuni di Sondalo, Valdisotto, Grosio, Grosotto e Mazzo, attraversando i quali, i 250 concorrenti hanno potuto godere di panorami mozzafiato, caratteristici della splendida valle.
Netta supremazia dei due piloti spagnoli partecipanti alla manifestazione, il numero 3 al mondo Marc Freixa, su Montesa HRC, che ha concluso con 6 penalità, e il compagno di marca Amos Bilbao distanziato di un solo punto. Sempre terzo il nostro portacolori Diego Bosis (Montesa) il quale all’arrivo ha accusato 10 penalità.
Per la somma dei punteggi, per ora, è in testa Freixa con 11 penalità totali, secondo Bilbao con 16, e terzo Bosis a 22.
Oggi terza conclusiva tappa, partenza anticipata alle 8.30.

 


 

24/08/2003 - VELOCITA': VINCENT TORNA IN SELLA ALLA APRILIA - Ritorno alla Aprilia per il francese Arnaud Vincent dopo la deludente parentesi in seno al Team ufficiale della Ktm. E' stato ingaggiato dal Team Fontana Racing che ha valuto dare fiducia al campione del mondo in carica della classe 125.
Il francese era stato liquidato la prima settimana di agosto dalla Ktm per gli scarsi risultati ottenuti. Vincent prenderà il posto del giapponese Youichi Ui, 31 anni, e affiancherà l'italiano Gioele Pellino. Il debutto è in programma il prossimo 7 settembre nel Gran Premio del Portogallo.

 


 

23/08/2003 - TRIAL: FREIXA SUBITO AL COMANDO DELLA TRE GIORNI - Il campione spagnolo Marc Freixa, vincitore assoluto delle due ultime edizioni della Tre Giorni della Valtellina, si è portato in testa alla classifica al termine della prima tappa della Freixa in azione manifestazione internazionale di trial disputata ieri a Bormio e dintorni. Alla gara partecipano quasi 250 concorrenti, buona anche la risposta degli appassionati e degli spettatori lungo il tracciato. 

La prima giornata di gara ha proposto un percorso di circa 30 km con inserite 27 zone controllate. E' stato un festival Montesa con il catalano Freixa primo, con soli 5 punti, l'altro iberico, Amos Bilbao, secondo a quota 9, e Diego Bosis terzo e primo degli azzurri, con 12 penalità. 

Nulla è comunque ancora deciso, e la lunghezza della gara, con ancora 55 sezioni da percorrere nei due giorni restanti, oggi e domani, permetterà a chiunque di recuperare, così come le posizioni acquisite rimarranno in dubbio fino alla fine.
Oggi tocca alla tappa intermedia, la più impegnativa, con partenza alle 9 dalla struttura polifunzionale “Il Pentagono”, in pieno centro di Bormio.

 


 

22/08/2003 - VELOCITA': KALLIO HA FATTO ARRABBIARE IL VECCHIO TEAM - Il Team Ajo Motorsport ha annunciato che procederà per vie legali contro il suo ex pilota Mika Kallio e contro la KTM con la quale il pilota finlandese ha recentemente firmato un accordo per il resto della stagione 2003, accordo che ha già portato all'ottimo quarto posto nella prima gara, il Gp di Brno. La squadra gli contesta di aver illegalmente posto fine al contratto in modo da poter prendere il posto di Arnaud Vincent nella squadra corse austriaca ed ha fatto sapere che si sta preparando ad una azione legale per far annullare il loro contratto e per ottenere un indennizzo per i seri danni sostenuti.
Il comunicato della squadra che ha portato Kallio dalle competizioni nazionali scandinave al mondiale, aggiunge : "Desideriamo sottolineare che non è nostro desiderio distruggere la carriera di Kallio ma solo di difendere i nostri interessi. Il nostro lavoro ed il nostro investimento sul pilota, che dura da tutto lo scorso anno, dimostra che auguravamo, ed ancora lo facciamo, tutto il successo possibile a Mika Kallio".

 


 

21/08/2003 - ENDURO: ZILIANI ENTRA NEL TEAM YAMAHA-UFO - Anche nell’enduro, di tanto in tanto, possono essere conquistati i traguardi più difficili. Nei giorni scorsi è successo a Maurizio Ziliani, pilota senior 28enne di Pisogne (Brescia), portacolori del Motoclub Sebino. Nonostante non abbia mai ottenuto risultati eclatanti ma - grazie a tanta passione e molto impegno - sia più volte riuscito a terminare i più importanti campionati nazionali e regionali al secondo e terzo posto, è stato inserito nel Team ufficiale Yamaha-Ufo, uno dei più accreditati della disciplina fuoristrada.
Terminerà la stagione 2003 con la squadra ed quindi prenderà parte a tutti i più importanti appuntamenti del prossimo anno di gare. Correrà quindi questo scorcio d'anno a fianco di campionissimi come Peter Bergvall, Mario Rinaldi, Marc Germain, David Knight. La cilindrata resta la stessa con la quale ha corso finora, la 250 4 tempi.

 


 

20/08/2003 - TRIAL: TRE GIORNI DELLA VALTELLINA PRONTA AL VIA - E' pronta a scattare la quarta edizione della Tre Giorni della Valtellina, classica internazionale estiva di trial firmata dal GSV Group in collaborazione con il Moto Club Valtellina. Domani pomeriggio si svolgeranno le operazioni di verifica, il 22, 23 e 24 è in programma la gara nel cui albo d'oro figurano i nomi di Fabio Lenzi e, due volte, di Marc Freixa.

L'organizzazione e il centro delle operazioni preliminari, così pure la partenza e l'arrivo della manifestazione sono situati a Bormio. La gara avrà inizio il giorno 22 agosto 2003 alle ore 09,00, sono ammessi piloti internazionali, expert, senior, junior, master, cadetti e territoriali.
Il percorso da percorrere, una sola volta, sarà al massimo di 60 km per il primo e terzo giorno di gara e di 90 km per il secondo e sarà completamente segnalato.
Le zone giornaliere da percorrere sono stabilite in un massimo di 30. All'interno di queste verranno individuate 6 super zone (facoltative) contraddistinte dal colore rosso. Per chi rifiutasse di percorrere la zona si vedrà assegnare 5 punti d’ufficio per il salto di zona anzichè 20. Prima della partenza di ogni giorno di gara verrà comunicato a tutti i partecipanti che all'interno del percorso troveranno due zone cieche e non ispezionabili. Tali zone saranno segnalate 50 m prima dell'ingresso alle medesime, con funzione di pre-ingresso alla zona (v. penalità). Le zone ed i percorsi di ogni singola giornata saranno segnalati con colori differenti (giallo/venerdì, verde/sabato, blu/domenica)
Il tempo di percorrenza per completare il percorso sarà complessivamente di 8 ore per il primo e terzo giorno e di 10 ore per il secondo giorno (escluso lo stop in parco chiuso). Trascorsi tali termini scatteranno le penalità.
Nelle prime due giornate a metà circa del percorso ci sarà un controllo orario (C.O.) dove il pilota avrà uno stop di 30 minuti in parco chiuso; i concorrenti non potranno ripartire prima della propria ora stabilita, indicata sul cartellino di percorso, che deve essere consegnato all'ingresso del C.O.. Questo controllo ha come obiettivo la regolamentazione della gara. Non è consentito l'accesso al parco chiuso prima delle ore 12,00. All'interno di questo parco chiuso è adibita una zona di ristoro per tutti i partecipanti e si potranno eseguire le riparazioni permesse ed il rifornimento. 

 


 

19/08/2003 - VELOCITA': ROSSI ALLUNGA A + 34, PER POGGIALI + 9 - Con i risultati conquistati a Brno Vale Rossi e Manuel Poggiali hanno allungato in testa alle classifiche generali di campionato. Il re della MotoGp, grazie alla sua gara da manuale che gli ha consentito di firmare la quarta vittoria stagionale, si è portato a 212 punti, a 34 di distanza dal primo rivale, lo straordinario spagnolo Sete Gibernau, alfiere della Honda-Gresini. Terzo, ancora più staccato della vigilia, Max Biaggi, con 141 punti, giunto quinto al traguardo di quello che è stato spesso il circuito dei suoi trionfi.
Poggiali, nonostante la terza piazza, ha incrementato il proprio vantaggio, portandosi a 145 punti, sfruttando il risultato del suo antagonista, Fonsi Nieto, risultato sesto e portatosi a 136 punti. Piuttosto vicini seguono Rolfo (135), De Puniet (130) ed Elias (126), si preannuncia un finale di stagione infuocato.
LE CLASSIFICHE DOPO 10 GP - MOTOGP - 1 Rossi 212; 2 Gibernau 178; 3 Biaggi 141; 4 Capirossi 97; 5 Bayliss 96; 6 Checa 78; 7 Ukawa 74; 8 Barros 71; 9 Hayden 67;10 Nakano 65 - Classe 250 - 1 Poggiali 145; 2 Nieto 136; 3 Rolfo 135; 4 De Puniet 130; 5 Elias 126; 6 Battaini 107; 7 West 104; 8 Porto 98; 9 Matsudo 67; 10 Guintoli 66 - Classe 125 - 1 Pedrosa 162; 2 Perugini 137; 3 Dovizioso 112; 4 De Angelis 108; 5 Cecchinello 105; 6 Jenkner 98; 7 Nieto 88; 8 Barbera 78.

 


 

19/08/2003 - ENDURO: VALENTI IL PIU’ VELOCE AD AZZONE - Brillante risultato, con quasi 90 partecipanti, per la seconda edizione del Trofeo alla memoria di Giordano Lenzi, gara sociale di enduro organizzata ad Azzone, in Val di Scalve, il giorno dopo Ferragosto, dalla sezione Orobie del Motoclub Bergamo.
Lungo un impegnativo fettucciato sono stati effettuati tre passaggi e la miglior somma di tempi è stata fatta registrare dall’esperto pilota di Sovere Carlo Valenti, il quale ha fatto sua anche la vittoria nel gruppo dei licenziati. Ha preceduto Ivan Tuani e Luigi Novelli.
Questi gli altri vincitori gruppo per gruppo: 80-125 Cristian Pezzoli; 250 Luigi Novelli; 4 tempi Stefano Visinoni; epoca Claudio Colosini; trial Gianfranco Pizio; mini Simone Poloni; piloti di Azzone Ivan Bettoni.
Di qualità i tre apripista: i bergamaschi Massimo Migliorati e Paolo Villa e il bresciano Pedersoli.

 


 

18/08/2003 - VELOCITA': ROSSI RITROVA LA VITTORIA DOPO 2 MESI - Valentino Rossi restituisce lo sgarbo a Gibernau e dopo 4 gare ieri è tornato alla vittoria nel Gran premio della Repubblica Ceca, decima prova del motomondiale, superando lo spagnolo proprio all'ultimo giro. Straordinario Bayliss, terzo con la Ducati. Biaggi, che finalmente disponeva di una Honda praticamente simile a quella ufficiale è giunto quinto: i nuovi componenti del suo mezzo avevano bisogno di un rodaggio più lungo. Melandri in ombra ha comunque concluso la gara al decimo posto. Peccato per Capirossi, costretto al ritiro per problemi elettrici quando era terzo e sembrava in grado di poter puntare molto in alto.
Nella classe 250 De Puniet è stato scaltro ed ha agguantato una vittoria insperata. Durante l'ultimo emozionante giro, valso lo spettacolo di tutta la gara, Poggiali ed Elias danno vita ad un duello entusiasmante: sembravano tornati ai tempi della 125 il sanmarinese e lo spagnolo. Alla fine è Manuel a doversi accontentare del terzo posto, mentre Elias, avanti di qualche metro, controlla la situazione. Poggiali ha poi accusato Elias di scorrettezze, ma può comunque sorridere: il leader della classifica e’ ancora lui.
Nella ottavo di litro l'eroe della giornata è stato Alex De Angelis. Partito in pole, la sua Aprilia si è fermata a metà gara. E' ripartito, ha scavalcato diversi piloti ed ha concluso terzo. Ha rivinto Pedrosa che ha così consolidato la leadership mondiale. Scontri da brivido tra Cecchinello e Jenkner prima e tra Luthi e Nieto poi. Nessun danno per i piloti ma la paura e’ stata tanta. Notevole la quarta piazza di Kallio all'esordio con la Ktm, sempre indietro Locatelli, 17°. 25ma l’esordiente ragazza quindicenne Jakanova.

 


 

17/08/2003 - RALLY: PODIO TUTTO KTM IN CAPPADOCIA - Jean Louis Schlesser nelle auto e Marek Dabrowski nelle moto sono i vincitori del Rally d’Oriente, la competizione ferragostana organizzata in Turchia - tra il 9 ed il 16 agosto - dalla società di René Metge. Un brivido finale per Schlesser che proprio nell’ultima frazione ha rischiato di compromettere tutto a poche centinaia di metri dalla fine. All’arrivo in Cappadocia quattro secondi appena hanno separato il Buggy Ford del francese dalla Mitsubushi Stakar del duo Sousa-Magne.
Fra le moto, successo per il polacco della KTM, Marek Dabrowski, che ha preceduto di quasi 30 minuti il francese Flick. Ha completato il podio, tutto KTM, l’altro polacco Jacek Czachor.

 


 

17/08/2003 - VELOCITA': OGGI GP A BRNO, IN POLE ROSSI E POGGIALI - Sono il pesarese Valentino Rossi ed i due sanmarinesi Manuel Poggiali e Alex de Angelis i piloti che quest'oggi partono dalla pole nel Gran premio della Repubblica Ceca, decima tappa del motomondiale, di scena sul circuito di Brno. In MotoGp, zampata finale di Valentino Rossi che all’ultimo giro utile strappa la pole position e dimostra di essere in ottima forma. Le qualifiche hanno registrato il dominio di Max Biaggi che, nonostante una scivolata, è rimasto in testa fino a tredici minuti dal termine allorché uno scatenato Sete Gibernau si è lanciato in pista e lo ha sopravanzato rimanendo in testa fino all’impeto finale di Rossi. 
Scavalcato, Biaggi non ha mollato ed ha risposto, anch’egli all’ultimo, ma non è riescito a guadagnare più della terza posizione. A soli 9 millesimi da Gibernau. Ha chiuso la prima fila un ottimo Capirossi, penalizzato dall’improvviso spegnimento della moto. Imprevisto anche per Checa, la cui catena è saltata improvvisamente. E' riescito comunque a raggiungere i box e a conquistare la quinta piazza, migliorando i tempi di ieri. 
In 250, prima fila tutta Aprilia con il leader della classifica, Manuel Poggiali, che riafferma il dominio in pista e conquista la pole. Tutta sua la seconda sessione di qualifiche, alle sue spalle si piazza il francese De Puniet, venerdì in testa, terzo Fonsi Nieto e chiude la prima fila Elias. Quest’ultimo è penalizzato da una bandiera rossa, esposta a trenta secondi dal termine per una caduta di West, proprio mentre stava facendo il suo giro lanciato. Alla ripresa non riesce neppure ad uscire dai box. La seconda fila è di Battaini, Rolfo, Giuntoli e proprio West, che tuttavia esce di pista zoppicando vistosamente.  
La pole delle 125 è di De Angelis su Aprilia in 2’08’’100, per il secondo anno consecutivo autore del miglior tempo su questo tracciato. Alle sue spalle altre due Aprilia, quelle di Jenker e Cecchinello, distanziati di meno di un decimo. Chiude la prima fila Daniel Pedrosa, con l’unica Honda nel dominio Aprilia. In seconda fila Stefano Perugini, seguito da Pablo Nieto, che nonostante una caduta nei primi giri, si è rialzato e ha continuato la sessione. Solamente 34esima Marketa Jakanova, wild card, che nonostante sia al comando del campionato nazionale 125, non ha offerto una gran prova della propria abilità. 
La prima gara della manifestazione, la 125, scatterà al solito dopo le 11:00. 

 


 

16/08/2003 - VELOCITA': PRIMA SESSIONE PER BIAGGI NEL GP DI BRNO - Nelle prime qualifiche ieri a Brno Max Biaggi si piazza davanti a tutti in MotoGp nell'ultimo giro utile. Valentino Rossi, dopo aver dominato durante l'intera sessione, si deve accontentare del secondo posto. Il clima è stato quello della gara, con i piloti che si rispondono colpo su colpo. A tempo scaduto è Max Biaggi a strappare il miglior riscontro cronometrico beffando Valentino Rossi, che dall’inizio aveva dettato i tempi delle qualifiche. Veloce e aggressivo dà prova della sua solita guida, per fugare le voci su una sua ipotetica crisi. Ma Max non demorde e lo sopravanza quando non può più replicare. Bene anche Loris Capirossi, terzo. Solo qualche sbavatura nella sua guida. Solamente quinto lo spagnolo Sete Gibernau, alle spalle di Ukawa. 

Nella classe 125 Daniel Pedrosa riesce a piazzare la sua Honda davanti a tutti: 2’09’’330. Lo segue a soli 147 millesimi l’australiano Casey Stoner che rifila addirittura mezzo secondo a Perugini ma poi perde il posteriore e cade rovinosamente. Sembra non sia fatto nulla, invece gli esami evidenziano la rottura della clavicola, che gli impedirà di gareggiare in questo Gran premio. Perugini, vincitore dell’ultima prova in Germania, si piazza dietro, guida aggressivo ma i tempi non sono all’altezza di quelli dei suoi predecessori. Una curiosità: in pista una pilota ceka, la Janakova su Honda, ma a qualifiche finite occupa una delle ultime posizioni. 
In classe 250, primo, davanti a tutti il francese Randy De Puniet, che sulla sua Aprilia ha registrato un tempo di 2’04’’099, alle sue spalle l’italiano Roberto Rolfo con l’unica Honda in questa prima fila virtuale. In terza posizione nuovamente un’Aprilia, quella di Franco Battaini. Soltanto quarto il leader della classifica Manuel Poggiali, a quasi sette decimi dal detentore della pole provvisoria. Opaca la sua prestazione, riesce tuttavia a precedere sia Fonsi Nieto che Elias.

Oggi, nel primo pomeriggio, le prove decisive per determinare le griglie di partenza.

 

 

 

all'inizio pagina

 

sommario archivio flash news