progetto Borderline Overlook

quando si sposano corse e solidarietà


18 gennaio 2003

 

Colpo di scena nella penultima tappa

ko Giacomo Vismara e Marco Sangalli

 

 

A poco più di 300 chilometri dalla conclusione di questa Dakar, e dopo averne percorsi 8.200, si è infranto oggi il sogno del Team italiano Mercedes Overlook di concludere il raid con due camion nei primi dieci posti alla prima partecipazione come scuderia alla corsa più affascinante del mondo.

 

Il colpo di scena è avvenuto dopo un’ora circa dall’avvio della speciale di oggi, che prevedeva 365 Km disegnati sull’altopiano del Sinai. Il camion n.401, condotto da Giuseppe Panseri, con Giacomo Vismara in navigazione, e Marco Sangalli alle note, si è infilato in un profondo avvallamento non segnalato, il mezzo ha toccato il suolo con il fondo, provocando un violento sussulto e la rottura della coppa dell’olio. Giuseppe Panseri è rimasto illeso e ha immediatamente attivato la ‘balise’ di richiesta soccorso, assistendo gli altri due occupanti. Contemporaneamente sul posto è sopraggiunto l’altro mezzo del Team, con Maurizio Panseri, Giacomo Paccani e Mario Cambiaghi. 

 

Tutti insieme hanno atteso l’arrivo dell’elicottero, che ha trasportato all’ospedale di Sharm El Sheik Giacomo Vismara e Marco Sangalli, mentre Giuseppe Panseri è rimasto a sorvegliare il camion in attesa del mezzo scopa. 
Dopo l’esame radiologico e la TAC, i medici egiziani hanno deciso di dimettere Giacomo Vismara, che ha riportato solamente contusioni ed escoriazioni, mentre a Marco Sangalli è stata diagnosticata la rottura di una vertebra e dovrà restare in ospedale per alcuni giorni.
Perduti oltre 45’ nell’inconveniente, Maurizio Panseri ha dato vita ad una furibonda rimonta , per non perdere posizioni in classifica, obiettivo centrato grazie al piazzamento al 19° posto a 2 ore,16’21” dal vincitore , il russo Firdaus Kabirov su Kamaz. Il leader della classifica generale Vladimir Tchaguine è finito ad oltre 43’ dal vincitore di tappa, ma ha conservato un margine di oltre un’ora sul brasiliano De Azevedo, e si prepara a gustare domani la sua terza vittoria nella Dakar, dopo quelle del 2000 e 2002.

 

Queste le parole di Maurizio Panseri, raggiunto telefonicamente all’ospedale di Sharm El Sheikh:
“Questa mattina siamo partiti molto euforici. Sentivamo di avercela ormai fatta, e già pregustavamo la soddisfazione di finire con un grande risultato la corsa, invece la mala sorte ci ha messo lo zampino…. Stavamo marciando di buon ritmo, al volante del camion 401 c’era mio fratello Giuseppe, che ha portato il camion praticamente per tutta la gara. Un dosso non segnalato ha provocato un impatto tremendo. Il mezzo si è imbarcato , distruggendo la coppa dell’olio. Mio fratello si è riparato al meglio, Vismara e Sangalli non hanno fatto in tempo a prepararsi per il colpo e sono usciti di cabina assai malconci. Insieme abbiamo atteso l’arrivo dell’elicottero. Per fortuna le loro condizioni non destano preoccupazioni. Resta l’amarezza per il risultato sportivo, ma va bene così ugualmente, l’importante è che non sia successo niente di grave agli uomini del Team”.

 

Domani tappa ad anello, intorno a Sharm El Sheik, di soli 56 Km. A mezzogiorno grande premiazione davanti alle migliaia di turisti, molti dei quali italiani, in vacanza nella famosa località sul Mar Rosso.

 

 

Classifica Generale camion dopo 16 tappe

1.Tchaguine/Yakoubov/Savostine(Kamaz/Rus) in 61h12’59”;

2.DeAzevedo/Tomecek/Martinec (Tatra/Bra) +1h01’50”; 

3. Kabirov/Belyaev/Mardeev (Kamaz/Rus)+1h25’33 » 

4. De Rooy J./Geusens/Duisters (DAF/Ola) +2h38’06”;

5.Sugawara/Suzuki/Sugawara (Hino/Jpn) +10h21’40» ;

8. Pattono/Santoro (Mercedes/Ita) +18h25’59”;

9. M.Panseri/Paccani/Cambiaghi (Mercedes Overlook/Ita) +19h 24’52”.

 

 

 

sommario Overlook

 

vai alla home page