m o t o w i n n e r s

 


23° IP Supercross Genova

 

 

Palasport della Fiera

5 e 6 novembre 2005


le classifiche

gara sabato   gara domenica  assoluta e campionato europeo


 

la cronaca del primo giorno - sabato 

 

E' BATTAGLIA STELLARE

TRA BILLY LANINOVICH (1°) E MIKE ALESSI (2°)

 

di Francesco Fiorani (Off Road Pro Racing)

foto di Gianluca Malvasi

 

il vincitore della prima sfida Billy Laninovich

 

 

Ancora una volta l’’Ip Supercross, si è rilevato l’evento motocrossistico dell’anno per la nostra nazione. Questa prima serata è stato un successo senza mezzi termini, sia a livello di pubblico (calcolato in oltre tredicimila presenze), sia a livello di spettacolo, che è stato entusiasmante, e dal risultato mai scontato sino alla bandiera a scacchi. 

 

Tutte le batterie che si sono disputate, sono state, infatti, combattutissime, con gli assi americani che hanno dato il massimo per far breccia nel cuore degli appassionati presenti, primi tra tutti i fratelli Alessi, astri nascenti del motocross mondiale, piuttosto che l’altro pilota a stelle e strisce, il pilota factory Honda Usa Billy Laninovich, poi trionfatore di questa prima serata. 

 

Questa edizione dell’Ip Supercross, seppur priva del trionfatore delle ultime due edizione Ernesto Fonseca, infortunatosi alla vigilia della partenza per l’Italia in allenamento, ha riservato numerose “chicche” prima fra tutti come già anticipato la presenza dei fratelli Alessi, per la prima volta in gara nella nostra nazione, ma non bisogna dimenticare nemmeno il due volte campione del mondo Sebastien Tortelli, che per ritornare ufficialmente a gareggiare nel vecchio continente ha scelto proprio Genova per il nuovo debutto. 

Non bisogna dimenticare nemmeno il francese Antoine Meo’ al debutto all’Ip Supercorss in sella all’Honda del team Martin. Insomma, come sempre la gara del capoluogo ligure, non è stata avara sia a livello di spettacolo, sia di novità. 

 

La prima semifinale, è stata vinta dal sorprendente francesina dell’Honda Steve Boniface che al via si è subito incollato alla ruota di uno dei favoriti al successo finale, Jeff Alessi che all’abbassarsi dello starter, scatta prepotentemente in testa ed allunga su tutto il resto del gruppo. Il californiano della Ktm sembra agevolmente contenere il gruppo degli inseguitori quando, a causa di un banale errore, si vede superare dal francese, che a meno di due giri dalla bandiera a scacchi si vede servito il successo sui un piatto d’argento. 

 

Nella seconda semifinale, il successo è andato al francese neo acquisto del team Honda Martin Antoine Meò, che preso il comando già al secondo passaggio, non ha avuto problemi a mantenere la posizione sino alla bandiera a scacchi, riuscendo a contenere gli attacchi dello specialista italiano Davide Degli Esposti, che a fine serata con il secondo posto conquistato nella seconda semifinale, ha colto il miglio risultato per i nostri colori nazionali,ed ha preceduto il concittadino Alex Salvini. 

 

La finalissima, è stata senza dubbio la gara che ha riservato maggiori emozioni. Al via è il velocissimo Mike Alessi che scatta al comando, e con autorità allunga tanto da sembrare di poter riuscire a conquistare il successo assoluto già al debutto nella classicissima genovese. Dopo un avvio non troppo esaltante alle sue però alle sue spalle è il connazionale Billy Laninovich che recupera terreno tanto che a tre giri dalla bandiera di fine corsa è incollato alla ruota del pilota ufficiale Ktm. I due non si risparmiano, e dopo un paio di tentativi andati a vuoto, Laninovich riesce a superare Alessi, e va a conquistare il successo nella prima serata dell’Ip Supercross. 

 

Dopo un avvio nelle retrovie, rinviene bene Sebastien Tortelli, che dopo un duello con Jeff Alessi, riesce a conquistare il gradino più basso del podio. Nella gara riservata ai ragazzi del minicross 85 cc,è stato il marchigiano del team Foto Shop Mauro Fiorgentili che ha stradominato la finalissima, precedendo il toscano Gianluca Martini ed il laziale Alessandro Lupino nella gara riservata ai ragazzi dem.

 

Domani il programma di gara riprenderà alle ore 17,00 con la cerimonia d’apertura.

 

 

il podio del main event con Lininovich, Alessi e Tortelli

 


 

la cronaca del secondo giorno - domenica

 

TRIONFALE CAVALCATA

PER MIKE ALESSI (KTM)

 

Davanti ad oltre cinquemila spettatori il pilota ufficiale Ktm Factory, il californiano Mike Alessi, ha colto un esaltante successo stradominando la finalissima dell'IP Supercross di Genova dall’inizio alla fine. 

Scattato al comando già dalla prima curva, il diciottenne di Happle Valley ha allungato sin dal primo giro mettendo tra sé e gli inseguitori un margine tale che gli ha permesso di contenere agevolmente gli attacchi del connazionale Josh Hansen, che dopo essere transitato al primo passaggio alle spalle dello scatenato Steve Boniface,è riuscito già nel giro successivo a superarlo per gettarsi subito dopo alla caccia del leader Mike Alessi. 

 

I due lottano seppur non a diretto contatto da quel momento in poi per tutto l’arco della gara, ed alla fine sarà proprio il californiano Mike Alessi a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi. Un Mike Alessi successo strameritato per il maggiore dei fratelli Alessi, che è riuscito ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro dell’Ip Supercross già alla prima partecipazione. Ottimo terzo posto finale per il francese Sebastien Tortelli. L’ufficiale Ktm, è stato autore di una gara maiuscola,che lo ha visto prima lottare con il connazionale Steve Boniface, e subito dopo con il vincitore della prima serata dell’Ip Supercross 2005 il fuoriclasse statunitense Billy Laninovich. Quest’ultimo nella seconda giornata di gara, non è sembrato così incisivo e veloce come nelle giornata precedente. 

 

Degli italiani presenti, il migliore alla fine è risultato il portacolori del team Castellari, il diciottenne bresciano Angelo Pellegrini, che ha concluso al sesto posto, precedendo il vincitore degli Assoluti d’Italia 2005 il bolognese Alex Salvini. 

 

Nella gara riservata al freestyle, come nella serata precedente, lo statunitense Jeremy Stemberg, si è imposto a furor di popolo come vincitore assoluto di questa prima edizione dell’European Supercross Championship, mentre nella gara riservata ai minicrossisti, dopo il successo della serata precedente, il marchigiano Mauro Fiorgentili, campione europeo della 85 cc. in carica, si è nuovamente imposto precedendo il compagno di team Alessandro Lupino, ed il toscano Gianluca Martini.