sommario Dakar 2003


 

vigilia - fine dicembre 2002

 

DAKAR 2003 - LA PATTUGLIA DEI BERGAMASCHI

 

Le luci della ribalta sportiva stanno per accendersi sulla "Dakar", la maratona fuoristrada per moto, auto e camion che ogni anno rappresenta il primo grande appuntamento motoristico. La 25a edizione prevede le verifiche il 30 ed il 31 ed il via il giorno di Capodanno dal Parc Chanot di Marsiglia. Si comincerà con un prologo di un km ed un trasferimento di 264 km fino a Narbonne. Nei due giorni successivi la carovana (500 i veicoli, 342 dei quali in gara divisi in 165 moto, 128 auto e 49 camion, quasi mille le persone coinvolte, 147 i veicoli di assistenza) approderà a Castellon e Valencia per poi - attraverso Tunisia, Libia ed Egitto - concludere l'avventura il 19 gennaio a Sharm El Sheikh, sul Mar Rosso. I km da percorrere saranno complessivamente 8552, 7642 dei quali in Africa, le prove speciali si svilupperanno per oltre 5200 km, le tappe saranno 17, il giorno di riposo è previsto a Siwa lunedi 13.

 

I colori di Bergamo saranno soprattutto rappresentati alcuni componenti del team Overlook nella categoria camion, grazie al Team Mercedes Overlook, che schiera due mezzi in gara ed uno di assistenza. La formazione è all'esordio nella Dakar ma è reduce dal Rally d'Egitto dove il suo elemento più qualificato, Giacomo Vismara, ha centrato la vittoria. Per Vismara sarà la 20a Dakar, il pilota di Cenate Sopra ha già fatto centro nell'86. L'equipaggio del suo mezzo (n° 401) è completato da Giuseppe Panseri e Marco Sangalli. Sul secondo camion, col n° 404, Maurizio Panseri coadiuvato da Giacomo Paccani e Mario Cambiaghi. Infine sul mezzo assistenza, col n° 602, un altro esperto di raid, Giulio Minelli, insieme a Marino Mutti e Attilio Brevi.

 

"Al rientro dall'Egitto abbiamo lavorato sodo per risolvere i problemi al sistema di raffreddamento che avevano condizionato il nostro debutto" ha detto Maurizio Panseri "abbiamo modificato il sistema inserendo una doppia pompa, con comando ad attacco manuale che dovrebbe permetterci di affrontare le alte temperature senza patemi. Questo probabilmente ci farà pagare qualcosa in termini di potenza, ma non dimentichiamo che il nostro primo obiettivo è di terminare la gara al meglio, con entrambi i mezzi. Abbiamo testato le nuove soluzioni in Sardegna a novembre, durante quattro giorni di prove sulle dune della Costa Verde, verificando la bontà delle soluzioni adottate. Come Giovanni Sala promesso, porteremo in Europa ed Africa il marchio e il messaggio Dakar-Borderline, l’iniziativa benefica lanciata dal motociclista e amico Ciro De Petri, per la raccolta di fondi da destinare alla realizzazione di una scuola per i bambini di un villaggio tuareg".

 

Su un camion di assistenza dello squadrone Ktm parteciperà poi il campione seriano di enduro Arnaldo Nicoli, alla sua seconda simile esperienza.Verzeletti con la Ktm 525

Tra le moto sono due i bergamaschi al via, uno dei migliori piloti ufficiali ed uno dei migliori piloti privati, Giovanni Sala, di Gorle, e Giulio Verzeletti di Telgate. Per Sala, alfiere della Ktm-Gauloises, è la sesta Dakar, per Verzeletti, al via con una Ktm 525 del Team Max Motors, è la quinta partecipazione.

 

Limitata al settore assistenze, invece, la presenza Bg tra le auto, dove figura solo Alessandro Pio su una Nissan del Team Tecnosport.

 

 


 

GLI ALTRI ITALIANI IN GARA

 

MOTO
Luigi Algeri (Honda XR 650)
Gianernesto Astori (KTM 660 Rally)
Alessandro Balsotti (Honda XR 650)
Antonio Cabini (KTM 660 Rally)
Massimo Capoferri (Honda XR 650)
Emanuele Cristanelli (Honda XR 650)
Alberto Gerli (KTM 660 Rally)
Fabrizio Meoni (KTM 950 Rally)
Francesco Tarricone (Honda XR 400)

AUTO
Biasion-Siviero (Mitsubishi Pajero)
Orioli-Dominella (Nissan Terrano)
Loria Lamia-Di Persio (Nissan Patrol)
Picco-Savini (Toyota Land Cruiser)
Haringer-Albiero (Macmoter MD240)
De Lorenzo-De Lorenzo (Toyota HDJ80)
Furlan-Piana (Toyota Land Cruiser)
Grigoletto-Melloni (Mitsubishi Pajero)
Cantù-Rickler (Mitsubishi Pajero Evo)

 

 

 

sommario Dakar 2003